Sono Federico Bottino, uno dei tre fondatori di Yeerida. Yeerida è la prima piattaforma che permette di leggere contenuti gratis in streaming, senza dover scaricare nulla. A freddo, posso concludere che quello appena concluso è stato un Salone del Libro positivo e stimolante per Yeerida. Abbiamo presentato Yeerida a Future Lab e ne abbiamo discusso le opportunità con Giuseppe Culicchia all’Indipendent Corner. Abbiamo incontrato tantissimi di voi. Scrittori, editori e lettori appassionati. Con tutti abbiamo condiviso la nostra esperienza di start up e con molti abbiamo discusso e ci siamo confrontati circa le potenzialità dell’introduzione dello streaming nel mondo della letteratura e dell’editoria. In questo turbinio di mani strette, alcune delle conversazioni più interessanti le abbiamo fatte con gli editori un po’ più scettici e con loro sono emersi alcuni punti che mi piacerebbe approfondire in questo articolo. Spero di riuscire a dipanarne qualcuno. O di stuzzicare la curiosità di alcuni.

Sulla gratuità

Com’era presumibile, i musi degli editori si allungano all’udire la frase «gli utenti possono leggere qualunque testo gratis senza nessun limite». Risiedono timori, nella mente dell’editore il quale pensa che l’informazione del testo sia il suo unico patrimonio e quindi sia utile bloccarne la comunicazione totale. Sbaglia. I contenuti promozionali – di qualità – sono fondamentali per avvicinare l’utenza sul web e, soprattutto, per raccogliere una nicchia di utenti affezionati che saranno poi per l’editore convertibili in acquirenti di libri. Tranne che per rarissimi casi, il periodo di propulsione sul mercato su cui un libro può contare non supera una forchetta di tempo compresa fra i 3 e i 9 mesi. Inoltre la gratuità del servizio riguarda la comunicazione del testo e non la proprietà del file ebook, questo fa sì che l’utente realmente interessato a possedere un file o – meglio – una copia cartacea sia spinto all’acquisto. Il carattere gratuito dello streaming, oltre a essere un mezzo per raggiungere il maggior numero di utenti possibile è anche un incentivo molto forte ad abbandonare le alternative illegale, quali la pirateria e lo scaricamento di file da canali torrent. E che l’editoria tradizionale lo voglia o no, la pirateria digitale degli ebook è un sintomo forte di un mercato che fatica a innovarsi. Se da una parte ci siamo impegnati a rendere gratuita l’esperienza dell’utente, vogliamo ricordare che abbiamo stipulato la gratuità anche dell’esperienza offerta all’editore e degli autori.

Sullo streaming

L‘orizzonte dello streaming è stato fin’ora inedito per l’editoria. Ora Yeerida offre la possibilità di promuovere i testi editoriali diffondendoli in streaming. Cosa vuol dire? Citando Wikipedia, «il termine streaming, nel campo delle telecomunicazioni, identifica un flusso di dati audio o video trasmessi da una sorgente a una o più destinazioni tramite una rete telematica. Questi dati vengono riprodotti mano a mano che arrivano a destinazione». Yeerida per la prima volta streamma testi editoriali tutelati da copyright. Ai grafemi dei testi condivisi dagli editori associamo dei codici corrispondenti a tantissimi div che vengono trasmessi, un pacchetto di parole alla volta, all’utente mano a mano che si porta avanti con la lettura. Questo ci è utile per calcolare le revenues accumulate dall’editore in base all’effettiva lettura degli utenti, attivando un calcolo analitico di pay per word e per studiare meglio il comportamento dei lettori relativamente a una o più opere.

Sul copyright

Utilizzare le tecnologie dello streaming ci permette di trattare solo una fattispecie del diritto di commercializzazione di un’opera: il diritto di comunicazione. Non praticando nessuna ulteriore gestione su qualsiasi altro diritto sull’opera che rimane in capo al legittimo avente diritto. Questo è fondamentale per due differenti ragioni. Innanzitutto, permette all’editore/autore di gestire i propri diritti sull’opera nella maniera più conveniente senza aver vincoli di cessione di proprietà intellettuale o di esclusiva con Yeerida. Yeerida comunica e promuove il testo ma non lo distribuisce, rendendoci completamente diversi dall’universo ebook e ponendoci in alternativa alla distribuzione digitale tradizionale. In secondo luogo non gestendo il copyright del contenuto, questo, se inedito, può successivamente essere pubblicato dall’autore/editore senza nessun vincolo nei confronti di Yeerida, rendendo la piattaforma un ottimo ambiente di test per opere inedite. Stesso discorso vale per le opere fuori catalogo o non più disponibili, le opere di cui gli autori sono nuovamente padroni dei diritti poiché la titolarità stipulata per contratto con l’editore precedente è scaduta.

Sull’analisi di lettura

Le nostre tecnologie ci permettono inoltre di tracciare le letture degli utenti, analizzare i feedback dei lettori e studiare l’andamento delle letture di un testo – o di un gruppo – in uno o più luoghi o fasce d’età. Questo rende Yeerida un utilissimo strumento di marketing per l’editore o l’autore che è alla continua ricerca e analisi del suo pubblico. Yeerida concede all’editore informazioni dettagliate su ogni testo e fornisce all’editore/autore dei report con cui questo può analizzare la diffusione dei propri contenuti. Yeerida comunica all’editore le statistiche generali sulla piattaforma affinché l’editore possa avere un quadro generale dei movimenti e dei trend della lettura digitale.

Per maggiori informazioni vi invito a visitare il nostro sito www.yeerida.com o contattarci a info@yeerida.com